I percorsi

I percorsi del progetto “PARCO BIKE”

I percorsi cicloturistici hanno come punto di partenza le stazioni ferroviarie di Ghiare di Berceto, Rometta, Piazza al Serchio e Castelnuovo Garfagnana.

I percorsi individuati sono ad anello, quindi con partenza e arrivo nello stesso punto, e portano il visitatore alla scoperta delle attrattive naturali e culturali dell’area di interesse promuovendo la conoscenza dei prodotti tipici locali. Un cicloturismo gastronomico che nei due versanti dell’Appennino, quello emiliano e quello toscano, trova squisite peculiarità frutto della tradizione, tutte da assaggiare tra una pedalata e l’altra.

Dove possibile i percorsi sono integrati da facili passeggiate ad anello, piacevole pausa dai pedali e occasione per scoprire gli angoli più suggestivi del parco nazionale.

Vista la natura montuosa del parco nazionale, la proposta cicloturistica vuole essere il più possibile completa e rivolta a diverse categorie di fruitori. L’utilizzo di E-bikes non preclude infatti un certo sforzo e un’attitudine alla pedalata. Per questo motivo accanto a veri e propri “viaggi a pedali”, con partenza dalle stazioni ferroviarie del fondovalle, della durata di più giorni, troviamo percorsi brevi da fare in giornata che partono direttamente dal cuore del parco nazionale, adatti quindi a principianti e famiglie.

I centri visita del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano sono stati ritenuti di fondamentale importanza in quanto contenitori di informazioni utili per il visitatore e perché in grado di offrire alloggio qualificato. Per questo motivo le strutture di Lagdei, Succiso, Apella e Ponteccio sono state inserite all’interno dei percorsi del progetto ParcoBike.

I paesi di Berceto, Corniglio e di Castelnovo né Monti sono privilegiati punti d’accesso al parco nazionale e per questo inseriti all’interno dei percorsi. Molti percorsi inoltre interessano le località turistiche di Licciana Nardi e il rifugio Miramonti all’Orecchiella nel versante toscano del parco e le località di Monchio delle Corti, Cervarezza e Ligonchio in quello emiliano.

I percorsi ad anello individuati sono 26, per uno sviluppo complessivo di 1300km.

Un ultimo itinerario cicloturistico suddiviso in sei tappe e della lunghezza complessiva di 277km permette di unire Parma a Lucca attraversando il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano. Un viaggio in grado di unire due stupende città valorizzando uno dei più intatti lembi di paesaggio italiano, inserito in un territorio contenitore di eccellenze ambientali, culturali ed enogastronomiche.